Home Guide di Trading e Criptovalute Trading Online, semplice guida per imparare a investire nel tempo libero

Trading Online, semplice guida per imparare a investire nel tempo libero

trading online dei cfd

Che cos’è il trading online e come funziona

Sempre più spesso si sente parlare di trading online e della possibilità di guadagnare in maniera sicura tramite investimento in rete: ma di che cosa si tratta realmente?

Il termine trading è una parola inglese che significa negoziazione e viene utilizzata soprattutto per gli investimenti in borsa. Con l’avvento di internet, e la possibilità di operare in rete in un elevato numero di settori, anche gli investimenti in borsa sono diventati digitalizzati, per cui il trading online può essere definito come un mezzo per effettuare investimenti nei mercati finanziari direttamente online. Il suo successo è dato proprio dalla comodità di poter raggiungere i mercati finanziari di tutto il mondo semplicemente operando da casa: basta infatti avere una buona connessione di rete per avere la possibilità di accedere a una delle diverse piattaforme di investimenti autorizzata dalla CONSOB oggi disponibile. Molto importante è affidarsi solo ed esclusivamente a broker e piattaforme di trading che sono in regola con le norme europee. Questo garantisce sicurezza nell’apertura e chiusura delle posizioni, sicurezza dei nostri fondi d’investimento e la certezza di poter riscuotere i guadagni del trading in maniera veloce.

Il trading online e i broker d’investimento

Per poter operare nei mercati finanziari è necessario, come avrai ben capito, contattare un broker, cioè un intermediario di investimenti in linea. Per avere l’accesso ai mercati finanziari, infatti, è necessario, come accennato, essere autorizzati, ossia abilitati ad effettuare una serie di operazioni a nome di terzi, in questo caso a nostro nome. Se nel trading classico i broker erano persone specializzate in investimenti nei diversi asset di mercato o le nostre banche stesse, nel trading online i broker sono rappresentati oggi da piattaforme digitali alle quali è possibile accedere online e investire da casa, oppure dopo aver scaricato i software specifici e specializzati sul proprio computer. La maggior parte dei brokers usano oggi la famosa piattaforma di trading chiamata MT4, o la nuova versione, la MT5.

Molti professionisti del settore ritengono che la nuova versione (la MT5) sia meno intuitiva e amata della precedente che, comunque, resta la migliore del mercato. Negli ultimi anni, nuovi broker, alcuni privati e altri quotati in borsa a Londra, come per esempio eToro, Markets o 24Option, entrando nel mercato degli investimenti, hanno speso milioni di dollari nello sviluppo di sistemi di trading e piattaforme innovative. Questo fa sicuramente parte del progresso e ormai parte della storia del trading online.

Le loro piattaforme sono create in house e offrono delle funzioni che permettono al trader, anche a quelli meno esperti, di imparare a investire semplicemente e velocemente. Oltre che offrire un servizio clienti e consulenti che possono insegnare, al telefono e attraverso l’analisi tecnica, come fare trading come hobby e nel tempo libero. O come molti erroneamente dicono, come fare un trade online.

La scelta del broker è quindi il primo passo per procedere e entrare nel mondo della finanza. Inoltre, per avere la certezza di operare in maniera sicura e non incorrere in truffe, è necessario rivolgersi esclusivamente a broker abilitati e riconosciuti dalla CONSOB o da altri enti europei che regolano e controllano il trading on line. Non ci stancheremo mai di ripetere questo concetto fondamentale.

I migliori broker online permettono anche di effettuare un periodo di prova sulla piattaforma di trading, in modo da comprendere al meglio come impostare le diverse operazioni e i comandi per l’apertura e la chiusura delle posizioni. Di grande vantaggio sono ad esempio le demo, ossia delle piattaforme di simulazione che offrono la possibilità di effettuare investimenti con un credito virtuale. Questo tipo di piattaforma permette di impratichirsi per poter poi operare nel mercato reale con una maggiore competenza e sicurezza nel settore.

Gli strumenti di trading e come usarli

Una volta scelto il broker con cui operare in borsa è necessario valutare con che tipo di investimento si intende procedere. Il trading on line permette di effettuare un elevato numero di investimenti utilizzando diversi strumenti finanziari e diverse strategie di trading. Si può infatti operare con strumenti classici come le azioni, i titoli di Stato e le obbligazioni, oppure con i più moderni strumenti derivati come i CFD, con l’interessante e relativamente semplice Forex, o molto altro. Le diverse tipologie di strumenti finanziari non si differenziano solo per le modalità con cui essi reagiscono ai cambiamenti del mercato, ma anche per la maggiore o minore facilità con cui possono essere compresi i loro andamenti e per come i mercati possono essere analizzati in maniera appropriata. Considerando che la maggior parte di noi ha un lavoro a tempo pieno, o è alla ricerca di un entrata economica alternativa, è fondamentale scegliere cosa tradare e dove. Da evitare, ad esempio, sono le “penny stocks“, azioni dal valore di meno di 5 Euro e con una grande volatilità, meglio non investire in azioni delle società impegnate in ricerche scientifiche e sicuramente importante studiare prima di investire soldi in borsa.  Per poter investire in determinati asset, infatti, sono necessarie profonde conoscenze e competenze nei mercati finanziari mentre, in altri casi, può essere sufficiente una conoscenza di base e il supporto del proprio broker. Dopo anni di analisi e ricerche, sembra proprio che i CFD siano il modo migliore per entrare nel mondo del trading senza rischiare capitali.

I vantaggi del trading con i CFD e cosa sono

Tra i diversi strumenti di trading, ci sono quindi i CFD, i quali hanno trovato, negli ultimi tempi, consensi sempre maggiori. Questo perché essi permettono di trarre vantaggi anche con competenze minime nel settore e senza investimenti eccessivi di capitali.

I CFD (Contracts For Difference – Contratti per Differenza) sono strumenti derivati, che replicano gli andamenti di mercato di un bene detto sottostante. Investire in CFD, quindi, non significa acquistare dei titoli di borsa, ma guadagnare attraverso di essi pur non possedendoli di persona. Ad esempio, se si fa del trading sui Contratti per Differenza su un titolo come Amazon o su materie prime come l’oro, si potranno trarre profitti o perdite in base alle variazioni sul mercato di tale titolo o materia prima.

Il motivo per cui il trading tramite CFD è sempre più apprezzato è dato soprattutto dai vantaggi che esso offre, ossia dalla semplicità con cui è possibile investire nei CFD e, come già accennato, dal fatto che per poter operare con questo strumento finanziario non sono necessari grandi investimenti. Avendo a disposizione una buona connessione internet, una piattaformabroker e un minimo di conoscenze dei mercati finanziari e dell’analisi tecnica e fondamentale, si potrà quindi iniziare ad operare con questo strumento riuscendo a ottenere buoni guadagni.

Trading online con CFD: come procedere?

Per poter operare nei mercati finanziari con Contratti per Differenza è necessario, per prima cosa, scegliere l’asset su cui operare, sia esso il Forex, le materie prime, azioni, ETF, indici o altro. Questa scelta va effettuata in base alle esigenze che si hanno, alle competenze negli specifici mercati e ai capitali da investire. Come seconda cosa va scelto il broker. Ti consigliamo di sceglierne uno dalla lista di broker che trovi in questo sito. Il passo successivo è quello di aprire un conto e effettuare la verifica online. Una volta approvato, potrai aprire una posizione di trading, ossia scegliere di optare per il rialzo o il ribasso si un titolo di borsa che avrai scelto. L’operazione finanziaria si conclude quando si effettua la chiusura della posizione. Va specificato che solitamente le transazioni con CFD sono molto veloci. Questo strumento di trading, infatti, è stato pensato per poter operare in maniera rapida: la maggior parte delle operazioni finanziarie con CFD si conclude nell’arco di pochi minuti.

In base alla variazione di prezzo che si è verificata per l’asset scelto tra il momento dell’apertura e quello della chiusura, si potrà avere un guadagno o una perdita il cui valore dipende dalla variazione stessa, nonché dalla leva finanziaria utilizzata. Il concetto di leva è fondamentale per capire quali siano i vantaggi dei CFD ma, allo stesso tempo, il suo più grande rischio. Le leve finanziarie, infatti, se da un lato permettono di incrementare il valore delle azioni e quindi dei guadagni in caso di investimento corretto, dall’altro si rivelano uno strumento molto pericoloso se utilizzato in maniera errata. Nello stesso modo in cui essa permette di incrementare i guadagni, infatti, incrementa le perdite. Ma come funziona? Molti broker offrono questo servizio. In pratica per ogni Euro che investi, puoi scegliere di moltiplicare il tuo potenziale di guadagno di 5 volte. Alcune compagnie di investimento offrono addirittura una leva finanziaria di 100 volte il tuo portafoglio. Se vorrai quindi investire in un CFD di Google e hai 200 euro, farai trading come se avessi 1000 euro (i tuoi 200 euro moltiplicati per la leva di 5 volte) Il che vuol dire che se la tua posizione sarà aperta in salita, e l’azione di Google salirà nel mercato, guadagnerai proporzionalmente al tuo investimento e alla leva, 5 volte di più di quello che avresti potuto guadagnare non utilizzando la leva stessa.

Devi capire che guadagni e perdite sono parte integrante degli investimenti: chiunque opera nel trading online, pertanto, deve ricordare che il rischio di un investimento sbagliato è sempre presente. Per questo motivo, fino a che non si sia imparato a utilizzare al meglio la piattaforma di trading con cui si opera, e a valutare i diversi andamenti del tempo dell’asset preso in considerazione, è sempre bene muoversi con cautela, un passo alla volta, in modo da poter arginare eventuali perdite per operazioni errate.

CFD e Forex, quali sono le differenze?

Uno dei migliori modi per iniziare a fare trading online con i Contratti per Differenza è quello di investire nel Forex, ossia nel mercato delle valute. Questo mercato, infatti, permette di operare sulle variazioni relative tra le coppie di valute, dalle più comuni, come EUR/USD, EUR/GBP fino alle cosiddette monete esotiche. I CFD nel Forex sono molto apprezzati da quanti sono alle prime esperienze di trading perché gli andamenti relativi ai prezzi delle valute sono semplici da comprendere e, soprattutto, presentano spread mediamente più vantaggiosi rispetto agli altri strumenti finanziari. Va tuttavia sottolineato che non tutte le piattaforme di Forex sono abilitate agli investimenti tramite CFD per cui, se si è interessati a questo tipo di trading, prima di rivolgersi a un broker, è bene assicurarsi che esso sia compatibile con la piattaforma selezionata.

I brokers presentati e revisionati in questo sito sono tutti regolamentati in Europa e Italia e offrono trading di CFD di Azioni e Forex. Ti consigliamo di approfondire l’argomento.