Home Guide di Trading e Criptovalute Sette consigli per fare trading di Ethereum

Sette consigli per fare trading di Ethereum

ethereum

Al giorno d’oggi, il trading di Ethereum è sempre più al centro dell’attenzione. Normalissimo, dato che si tratta della seconda criptovaluta al mondo dopo il Bitcoin. Per aiutarti a chiarire le idee, abbiamo selezionato dieci consigli, che ti permetteranno di capire meglio come funzionano i fondamenti delle operazioni con questa criptovaluta.

Ti daremo dritte molto semplici, ricordandoti che, quando si parla di trading online, il rischio è ineliminabile. Si può però affrontare, con strategie che ti illustreremo nelle prossime righe, attraverso consigli pratici e immediatamente fruibili.

Studia l’asset

Per fare trading di Ethereum, è necessario prima di tutto studiare l’asset. Ethereum è una criptovaluta che, più precisamente, può essere definita come una piattaforma decentralizzata del web 3.0 finalizzata alla pubbilicazione di smart contracts (contratti intelligenti). Vere e proprie rivoluzioni di internet, gli smart contracts sono applicazioni eseguite esattamente come sono stata programmate. Vengono utilizzati in diversi contesti, dai sistemi elettorali, alle campagne di crowdfunding, agli atti di proprietà.

Ma cosa c’è dietro a tutto questo? L’iniziativa di Vitalik Buterin, allora giovanissimo programmatore. Il progetto è stato ideato nel 2012, con lo scopo iniziale di migliorare lo script di Bitcoin. Nel 2014, è arrivato un momento molto importante per la storia di Ethereum. Il team, infatti, ha lanciato una ICO (Initial Coin Offering).

L’utilizzo di Ethereum è considerato vantaggioso per diversi motivi. Il primo riguarda l’immutabilità del sistema. Come già detto, tutto si basa sugli smart contracts, che non possono essere modificati in alcun modo da terze parti. Quando si parla di Ethereum, inoltre, è bene specificare che il sistema è a prova di corruzione. La rete, infatti, si fonda sul principio del consenso. Questo rende impossibile qualsiasi tentativo di manomissione. Il sistema Ethereum è inoltre molto stabile. Non esistono possibilità di down per le applicazioni. Ovviamente, essendo gli smart contracts progettati da esseri umani, possono essere commessi degli errori.

A differenza dei Bitcoin, che verranno emessi tenendo conto di un limite prestabilito, gli Ethereum non hanno nessuna regola da seguire al proposito. L’unico aspetto degno di nota riguarda il fatto che, ogni anno, possono essere minati fino a 18 milioni di Ether. Oggi come oggi, in circolazione ci sono circa 90 milioni di Ether. La capitalizzazione complessiva supera i 28 miliardi di euro.

Ricordiamo ora qualche informazione sul mining. Questo processo, richiede una forte potenza computazionale. Esattamente come con il Bitcoin, anche nel caso di Ethereum il mining è diventato, cn il tempo, una procedura più lunga e onerosa dal punto di vista delle spese. Per questo motivo, è consigliabile orientarsi verso il trading tramite i broker online.

Sviluppa il giusto atteggiamento psicologico

Per fare trading di Ethereum è necessario sviluppare il giusto atteggiamento psicologico. Ethereum, come qualsiasi altra criptovaluta, è un asset molto volatile. Per questo motivo, è opportuno non lasciarsi prendere dall’entusiasmo per il prezzo che sale – quasi sempre è il riflesso dell’interesse spinto da parte degli investitori – ma neppure lasciarsi andare dallo sconforto per via dei cali. Grazie ai CFD (Contracts for Difference), è possibile guadagnare anche quando gli asset perdono quota. Basta infatti aprire la posizione giusta tra long e short.

Esercitati con il conto demo

Il conto demo è una grande opportunità per chi fa trading di Ethereum e non solo. Grazie ad esso, è possbile allenarsi senza mettere subito in gioco il capitale. Fondamentale, però, è ricordare che il conto demo non deve essere considerato un’opzione perenne. Dopo essersi esercitati, infatti, è il caso di passare al conto con denaro reale.

Formati il più possibile

Per fare trading di Ethereum, è fondamentale formarsi. Come è possibile farlo? Facendo riferimento a broker come Markets.com. Questo broker consente di usufruire di sussidi formativi di alta qualità, disponibili anche in caso di titolarità di un conto demo. Si tratta di ebook e webinar sugli asset specifici, ma anche di video dedicati all’utilizzo del conto demo.

Prendi in considerazione il Money Management

Grazie al Money Management, è possibile tenere sotto controllo la situazione che caratterizza qualsiasi operazione di trading online, ossia il rischio. Il Money Management è molto semplice. Prevede la divisione del capitale in più parti. Ciascuna deve essere destinata a ua singola operazione. In linea di massima, è consigliabile non investire più del 5% ogni volta.

Punta al risparmio

Fare trading di Ethereum con piccole cifre e risparmiare fin da subito è possibile? Certamente sì. Una soluzione utile al proposito è Iq Option. Questo broker, regolamentato CySEC, è diffuso in più di 100 Paesi del mondo e consente di iniziare a fare trading partendo da un deposito minimo di 10 euro. La piattaforma in questione permette anche di aprire un conto demo senza denaro reale, grazie al quale esercitarsi evitando di mettere subito a rischio il proprio capitale.

ethereum

Chi vuole, ovviamente, può iniziare anche con un deposito più alto su broker come Plus500eToro e Markets.com.

Osserva il grafico

Prima di fare qualsiasi operazione, è fondamentale osservare il grafico dell’asset in tempo reale. In che modo è possibile farlo? Grazie ai broker online, che mettono a disposizione questi importantissimi strumenti. Essenziale è ricordare che un trend non dura per sempre. Se ci si accorge che il valore di Ethereum sta salendo, è fondamentale non lasciarsi prendere dall’entusiasmo eccessivo. Presto, infatti, potrebbe arrivare un assestamento ed è bene farsi trovare pronti e flessibili.

Fai attenzione alle promesse di guadagno

Quando si ha a che fare con il trading online, è naturale avere voglia di trarre profitto. Questo vale sia che si parli di Ethereum, sia che si abbia a che fare con altri asset. Fondamentale però è ricordare che il trading online è soprattutto impegno. Se ci si trova davanti a promesse di guadagni stratosferici da un giorno all’altro, è fondamentale diffidare. Quasi sempre, infatti, alla base c’è un tentativo di truffa da parte di persone intenzionate ad attirare chi di trading online ha poca esperienza.