Home Guide di Trading e Criptovalute Investire in oro: come farlo in sicurezza

Investire in oro: come farlo in sicurezza

Quando si pensa alla possibilità di ottenere profitti sia sul breve sia sul lungo termine, è naturale chiamare in causa il fatto di investire in oro. Considerato il bene rifugio per eccellenza, l’oro rappresenta un asset molto interessante. Se vuoi sapere come renderlo protagonista delle tue operazioni di trading, seguici nelle prossime righe.

Abbiamo preparato una guida completa sul tema, prendendo in considerazione anche informazioni sui broker migliori per operare.

Investire in oro 2018: cosa sapere prima di iniziare

Da tempo immemore, l’oro esercita un forte fascino sull’essere umano. Diventato presto protagonista degli scambi internazionali, può essere preso in considerazione per fare trading online. Prima di iniziare, però, è necessario essere a conoscenza di diversi aspetti.

Innanzitutto, è necessario distinguere tra oro fisico e futures sull’oro. Il primo è quotato a Londra, i secondi, invece, sono basati a New York. Data questa premessa, è possibile entrare nel merito della quotazione dell’oro, influenzata da diversi fattori.

Per capire meglio la situazione è il caso di fare qualche passo indietro nella storia ricordando che, per molto tempo, oro e denaro sono stati due entità praticamente identiche. Le cose hanno iniziato a cambiare quando è stata introdotta la carte moneta.
La corrispondenza è scomparsa totalmente quando i sistemi economici dei Paesi occidentali hanno detto addio al sistema monetario aureo, il cosiddetto gold standard. Da allora, non è più necessario garantire le riserve monetarie con oro depositato presso le varie banche centrali.

Come già detto, nonostante questo cambiamento epocale, l’oro continua a rimanere un bene rifugio molto apprezzato dagli investitori. L’oro, infatti, tende a conservare il suo prezzo anche in periodi di fortissima volatilità.

Per monitorare il suo valore, ribadiamo, bisogna considerare diversi fattori. Seguici nelle prossime righe per scoprire quali sono!

investire in oro

Investire in oro 2017: quali fattori influenzano il valore dell’asset?

Per scoprire i fattori che influenzano il valore dell’oro, bisogna chiamare in causa prima di tutto il dollaro statunitense. La più forte moneta del mondo e il dollari sono correlat in maniera inversamente proporzionale. Ciò vuo dire che, se il dollaro aumenta, l’oro perde valore, e viceversa.

Molto importante è ricordare che il prezzo dell’oro scende anche quando aumenta quello dei titoli di Stato, in particolare dei Buoni del Tesoro Americano a 10 anni.

Inoltre, a differenza di quanto accade con altre forme di investimento, quando si parla dell’oro non si pagano interessi.

Una parentesi rilevante da considerare è poi quella che riguarda il rapporto tra domanda e offerta. A tal proposito, è bene dire che, nonostante l’industria mineraria rappresenti sempre un business globale, la produzione annua di oro ha subito una riduzione e, successivamente, il raggiungimento di nuovi livelli record positivi.

Le aziende minerarie fanno fatica a stare dietro alla domanda e, rispetto ai tempi del boom, hanno a che fare con numerosi debiti, che devono essere ancora saldati. Il prezzo è in caduta libera e la produzione continua a salire, con la Cina in prima posizione. Questo Paese, nello specifico, è caratterizzato da un’altissima domanda popolare interna.

Quali aree guidano la domanda di oro?

Rimanendo nell’ambito del tema della domanda dell’oro, ricordiamo che la suddetta è regolata da diverse aree. Quali sono di preciso?

  • Oreficeria
  • Tecnologia
  • Utilizzo per investimenti
  • Richieste da parte delle banche centrali

Abbiamo già citato l’ultimo punto. Parliamo di un altro molto importante, ossia dell’arte dell’oreficeria. In questo caso, la domanda è particolarmente alta in India e in Cina, Paesi dove la gioielleria in oro ha un valore molto più alto rispetto ad altre parti del mondo.

Per quel che concerne la domanda del settore tecnologico, ricordiamo che è in continuo aumento. Questo accade perché l’oro può essere utilizzato facilmente come conduttore di elettricità.

Trading online: come farlo sull’oro

Dopo questa premessa iniziale, parliamo in concreto di come investire sull’oro. L’acquisto effettivo del bene non conviene perché, seppur minimanente, bisogna affrontare il nodo della volatilità. Ovviamente esistono anche altre alternative, tra le quali è possibile includere gli ETF (Exchange Traded Fund), fondi indicizzati finalizzati alla compravendita dell’oro.

Da non dimenticare è anche il ruolo dei CFD. I Contracts for Difference rappresentano una soluzione molto comoda per chi vuole fare trading sull’oro. Prima di tutto, non richiedono l’acquisto del bene. Il loro ruolo principale consiste nel replicare l’andamento dell’asset, permettendo al trader di guadagnare sulla base delle sue variazioni di prezzo.

Ciò significa che si può guadagnare anche in caso di perdita di valore dell’asset. Quello che conta, infatti, è aprire la posizione giusta tra Long e Short a seconda della direzione che si pensa l’asset possa prendere. I CFD sono molto economici. L’unico onere da considerare è infatti lo spread, ossia la differenza tra bid e ask.

Da ricordare, però, è anche un importante rovescio della medaglia, ossia la leva finanziaria. Questo moltiplicatore, consente di esporsi con una somma più alta rispetto a quella del deposito. La leva amplifica sia i guadagni, sia le perdite. Per questo motivo, è necessario maneggiare con molta attenzione i meccanismi di stop loss.

Ora è arrivato il momento di passare in rassegna i principali broker grazie ai quali è possibile fare trading in oro.

Investire in oro conviene? Con i broker giusti sì!

Investire in oro può essere molto conveniente se si scelgono i broker giusti. Vediamo le caratteristiche di ciascuno.

Plus500

Questo broker, con sede legale in Israele, è online dal 2008. Plus500 consente di fare trading su diversi asset, attraverso il CFD’S Trading of Trading di CFD o il CFD Trading, tra i quali è possibile includere anche le materie prime. Oltre che sull’oro, si può operare anche su petrolio, gas naturale, brent oil, platino, caffè, soia. Per fare trading in maniera più sicura e consapevole, è consigliabile aprire un conto demo.

Per attivarlo, è sufficiente cliccare sul pulsante che presenta la scritta “Inizia a fare trading adesso” e scegliere l’opzione del conto senza denaro reale.

investire in oro conviene

eToro

eToro è un broker molto particolare. Consente di fare trading con le materie prime, oro compreso. La sua caratteristica principale è il social trading. Grazie a questo approccio, ogni singolo utente ha la possibilità di condividere le proprie strategie e i risultati con il resto della community.

Chi ottiene i migliori, può essere seguito automaticamente e guadagnare. Chi segue, invece, ha la possibilità di migliorare partendo da basi molto concrete. Pure in questo caso, è possibile aprire un conto demo illimitato.

Attenzione! Il fatto che questa opzione non abbia limiti non significa che possa essere utilizzata per sempre. Dopo qualche ora, è il caso di aprire il conto con denaro reale. Per farlo, è sufficient un deposito di 200 euro. I suddetti soldi, vengono custoditi su fondi ad hoc, diversi da quelli della società. In questo modo, si tutelano gli utenti in caso di fallimento del broker.

Ricordiamo infine che, per trovare i guru giusti da seguire nell’ambito degli investimenti sull’oro, è necessario selezionare la funzione “Persone” nel conto demo (si accede dal meu a sinistra della schermata principale del conto demo e del conto con denaro reale).

A questo punto, tra i criteri, bisogna selezionare i mercati scelti e, successivamente, scegliere “Materie prime”. Non rimane poi che cliccare su “Vai”, per trovarsi infine davanti alle schede dei vari guru. Ciascuna è caratterizzata dalla presenza di una foto e da tutti i riferimenti relativi ai risultati ottenuti.

Concludiamo ricordando che, in generale, è opportuno seguire almeno 6/7 guru, così da evitare problemi se le prestazioni di un singolo non dovessero risultare soddisfacenti.