Home Guide di Trading e Criptovalute Come Investire in CFD oggi. Guida Completa 2019

Come Investire in CFD oggi. Guida Completa 2019

investire_in_cfd

Perche’ investire con i CFD

I CFD, o Contratti per Differenza, sono degli strumenti finanziari di tipo derivato tramite i quali si scambia la differenza di valore di un asset dal momento dell’apertura dell’operazione a quello della sua chiusura, senza possedere direttamente l’asset. In altre parole, i CFD replicano esattamente l’andamento di un asset, sia che si tratti di materie prime, indici, forex, azioni, EFT o criptovalute. Andiamo a scoprire la convenienza di fare trading di CFD.

Perché conviene investire in CFD

Operare con uno strumento di tipo derivato aperto ai piccoli investitori come i Contratti per Differenza (CFD) presenta numerosi vantaggi. La convenienza dei CFD sta nel fatto che si investe sull’asset senza doverlo realmente acquistare o vendere, percependo un profitto (o una perdita) sulla base della differenza tra il prezzo attuale del sottostante e quello maturato al momento della chiusura. Lo scambio avviene over-the-counter (OTC), cioè al di fuori di un mercato ufficialmente regolamentato, che non significa che non ci siano delle regole, bensì che le negoziazioni sono soggette ad un’ampia discrezionalità, con conseguenze che possono andare a vantaggio degli investitori.

Inoltre, la particolarità dei CFD è che sono dei prodotti a leva. Questo comporta il vantaggio di amplificare il rendimento in proporzione alla scala di leva, mantenendo più liquidità da dedicare ad altri investimenti, dato che si deve depositare solo una percentuale del capitale, che viene chiamata margine. Va però ricordato che la leva moltiplica anche le perdite, ed è quindi un’arma a doppio taglio che, da un lato, offre la possibilità di generare forti profitti nel giro di poco tempo, e dall’altro si può trasformare in una trappola capace di erodere tutto il capitale investito. Occorre essere consapevoli che quanto più alta è la leva tanto maggiore è il rischio.

Un altro vantaggio dei CFD è che permettono agli investitori di speculare sia al rialzo (long) che al ribasso (short). Per quanto riguarda i costi legati alle negoziazioni di CFD, sebbene varino da gestore a gestore, sono in genere più bassi rispetto a quelli previsti aprendo un conto titoli presso una banca, pertanto anche un minimo rialzo dell’asset consente di portare in pareggio le commissioni applicate dal broker. Dal momento che non si possiede realmente il sottostante, i CFD sono esenti dal pagamento dell’imposta di bollo.

Va chiarito che i CFD sono degli strumenti finanziari ad alto rischio e sono pertanto adatti agli investitori che hanno una vasta esperienza in negoziazioni sui mercati volatili. Prima di investire in CFD si raccomanda di affinare le proprie conoscenze e di fare esperienza utilizzando il conto demo con soldi virtuali. Solo successivamente si potrà passare ai soldi veri. Chi fa trading mediante i CFD può investire in una varietà sconfinata di asset: titoli azionari, materie prime, criptovalute, indici, EFT e FOREX. Vediamo come e perché fare trading in CFD con diversi sottostanti.

Se vuoi iniziare a investire su CFD, non perdere altro tempo. I tre broker che seguono sono Autorizzati dalla Consob a offrire prodotti derivati. Potrai anche chiedere aiuto a un consulente.

Come e perché investire in CFD di titoli azionari, criptovalute e materie prime

investire_in_criptovalute

Per investire nel mercato azionario è necessario avere un capitale consistente, invece con il trading CFD è possibile iniziare investendo piccole cifre. Il sistema della leva permette infatti di ottenere un’esposizione maggiore rispetto al capitale effettivamente investito.

Per capire come investire in CFD di titoli azionari facciamo un esempio. Supponiamo che tu ritenga che il prezzo di un’azione sia destinato a salire. Decidi allora di acquistare 2.000 CFD di quel sottostante al prezzo unitario di 10 euro. Dunque la tua “posizione” è di 20.000 euro, ma non devi investirli tutti. La cifra da depositare dipende dal requisito di margine iniziale richiesto dall’intermediario di CFD. Ipotizzando un margine del 5%, l’importo che devi versare ammonta a 1.000 euro. Se nel momento in cui decidi di chiudere la posizione il valore dell’azione aumenta dell’1%, realizzerai un profitto di 200 euro. Attenzione, però, perché la possibilità di ottenere forti guadagni con un investimento limitato si paga con il rischio di amplificare le perdite. Quando si negozia con il leverage può capitare infatti di perdere cifre ben superiori al versamento iniziale.

Lo stesso discorso vale per le criptovalute, le famose monete virtuali crittografate negoziabili sulle piattaforme blockchain. Investire in criptovalute attraverso i CFD, grazie alla leva finanziaria, permette di ottenere profitti maggiori rispetto al sistema tradizionale. Tuttavia, essendo un mercato caratterizzato da una forte volatilità, è adatto agli investitori più esperti che possono permettersi evenutuali perdite. I trader alle prime armi dovrebbero evitare i CFD sulle criptovalute perché se il mercato si muove in direzione contraria ai propri interessi, si può incorrere in perdite consistenti.

Le oscillazioni dei prezzi delle materie prime, come petrolio, oro, caffè, gas e molte altre ancora, hanno un forte impatto sull’economia mondiale. Gli investitori approfittano di tali variazioni per negoziare in commodity. Tra gli strumenti finanziari più utilizzati dai trader per investire in materie prime ci sono i CFD, sia per le potenzialità di profitto amplificate dal meccanismo della leva, sia perché sono molto facili da utilizzare e possono essere compresi anche dagli investitori neofiti.

Se vuoi iniziare a investire su CFD, non perdere altro tempo. I tre broker che seguono sono Autorizzati dalla Consob a offrire prodotti derivati. Potrai anche chiedere aiuto a un consulente.

Come e perché investire in CFD di indici, EFT e FOREX

investire_nel_forex

Pur avendo un appeal minore rispetto ad altri asset, come le materie prime e le criptovalute, il trading sugli indici ha dei vantaggi che spesso non vengono tenuti in considerazione. Tradare indici è sicuro perché, avendo per oggetto un insieme di azioni, il rischio di manipolazione è contenuto e le variazioni annuali non possono essere molto forti. Il metodo migliore per investire sugli indici di borsa è la negoziazione tramite i CFD. Per investire in CFD di indici non è necessario recarsi in banca, ma è sufficiente aprire un conto di trading online su una piattaforma di trading, approfittando della modalità demo per fare esperienza con denaro virtuale prima di aprire una posizione con soldi veri.

Anche gli EFT (Exchange Traded Funds) sono dei gruppi di titoli appartenenti allo stesso settore merceologico e permettono quindi di diversificare il portafoglio investendo in sicurezza. Negoziando in CFD di EFT si può tradare su questi strumenti comodamente da casa. Basta accedere ad una piattaforma di trading online seria ed affidabile, assicurandosi che il broker sia riconosciuto da organi competenti, come CySEC, MIFID e Consob.

Il FOREX (sigla di Foreign Exchange Market) è un mercato nel quale si investe su una specifica coppia di valute (ad esempio, EUR/USD). Tradando in CFD di FOREX si ha la possibilità di ottenere rendimenti più alti, usufruendo delle leve finanziarie. Un altro vantaggio è rappresentato dal facile accesso alle notizie che influenzano le valute che permette anche ai piccoli investitori di fare delle previsioni accurate. Lo svantaggio è dato dalla volatilità del mercato delle valute, che può provocare un repentino cambiamento nella posizione dei propri investimenti, esponendo ad un rischio elevato.

Se vuoi iniziare a investire nel Forex, non perdere altro tempo. I tre broker che seguono sono Autorizzati dalla Consob a offrire prodotti derivati. Potrai anche chiedere aiuto a un consulente.

I migliori suggerimenti del momento per investire in CFD

I CFD (Contratti per Differenza) stanno sempre più ottenendo popolarità negli ultimi anni e grazie alle varie piattaforme di trading che promuovono questo prodotto derivato. Come avrai capito dalla nostra guida, operare in CFD può essere pericoloso. Per questo vogliamo aiutarti con alcuni tip.

Impara cosa sono i CFD e non smettere mai di studiare

Prima di fare trading con i CFD è fondamentale capire cosa sono e come funzionano. In questo primo punto ci vogliamo ripetere e per essere sicuri che hai capito di cosa si tratta, il che non fa mai male. Meglio essere ripetitivi che perdere soldi in borsa.

Come avrai compreso, i CFD sono contratti per differenza, cioè dei prodotti derivati che ti offrono l’opportunità di investire su una una vasta selezione di mercati come criptovalute, forex, materie prime, indici, azioni e di fare soldi online in maniera semplice. Non dovrai possedere lo strumento finanziario e potrai operare sia che questo salga che scenda.  

I CFD sono inoltre prodotti a leva; puoi ricevere un finanziamento completo con un deposito iniziale minimo, che viene chiamato margine.

I tuoi guadagni vengono calcolati sulla base della somma totale della tua posizione – quindi è giusto ricordare che la leva può aumentare i profitti come anche accentuare anche le perdite.

Detto questo, per poter investire in CFD, dovrai sempre, e continuamente, tenerti informato su quello che accade nei mercati finanziari, non smettere mai di imparare nuove strategie di trading online, e partecipare a corsi di trading, sia gratuiti che a pagamento.

studiare_come_investire

Costruisci un piano di trading e applicalo fino alla fine

Incrementare, costantemente, le proprie conoscenze sul trading  è importante per diventare un trader di successo.

Un piano di trading garantisce una strategia di investimento su come, cosa, quando e perché negoziare e soprattutto quando uscire dai mercati, quando usare lo Stop Loss, quando abbandonare una posizione, anche in perdita. . Ti aiuterà a gestire la tua emotività  e a combattere lo stress da trading. Inoltre, eviterai il pericolo di prendere delle decisioni affrettate e basate su delle emozioni temporanee. Per fare un trading di successo dovrai scrivere i punti seguenti e non dimenticarli mai, anzi dovrai applicarli sempre:

  • Essere Motivato
  • Impegnarti e dedicare tempo al trading
  • Quali sono i tuoi obiettivi giornalieri, mensili e annuali
  • Gestire il rischio a tuo favore
  • Decidere il capitale a disposizione
  • Strategie da usare nel trading
  • Scegliere i Mercati dove investire
  • Scrivere i risultati ottenuti e studiarli

Ogni piano di trading deve essere personale e unico. Sebbene possa essere utile basarsi su un piano di trading di amici o di qualche guru su internet, devi essere in grado di poterlo applicare in base al tuo stile di vita, obiettivi e alla tua propensione al rischio.

Se vuoi iniziare a investire su CFD, non perdere altro tempo. I tre broker che seguono sono Autorizzati dalla Consob a offrire prodotti derivati. Potrai anche chiedere aiuto a un consulente.

Rimanere sempre fedele alla propria strategia di trading sui CFD

Quando usi una certa strategia di trading, questa, di solito, rispecchia il tuo modo di fare trading e investire: dal modo con cui apri e chiudi una posizione fino a quali indicatori e strumenti di trading preferisci. La tua strategia deve sempre tenere conto anche di quanto tempo hai a disposizione e puoi dedicare a quella che è la tua passione, o la tua professione.  Esistono molti modi di fare trading in borsa, devi scegliere quello che ti si affina maggiormente e cercare di mantenerlo: sei un day trader, swing trader o uno scalping trader?

Inoltre, devi sempre stare curioso e esplorare nuove e diverse strategie di trading. Ma dovrai mantenere la disciplina e attenerti a uno schema di investimento costante nel tempo. Questo ti aiuterà a ridurre il rischio di tradare in maniera irresponsabile; questo è uno dei motivi per il quale devi sempre rimanere fedele alla tua strategia sui CFD.  Ma, ovviamente, devi sempre stare all’erta e capire quando la tua strategia non funziona più.

Studia sempre i mercati finanziari e pianifica le tue posizioni di trading

Quando prepari la tua strategia di trading, devi decidere comunque e sempre il tipo di analisi di trading che utilizzerai per stabilire i tuoi punti di entrata e di uscita dal mercato. Come ben sai, esistono due tipi di analisi: analisi tecnica e analisi fondamentale. Per rinfrescarti, l’analisi fondamentale è un sistema di analisi degli asset che si basa sulle news di mercato e sui dati macro, e anche su ogni altro aspetto che possa avere un impatto sul valore di un titolo azionario, una criptovaluta o una coppia di valute. L’analisi tecnica è uno strumento per esaminare e prevedere i movimenti di prezzo nei mercati finanziari attraverso l’analisi dei grafici, delle candele e dei prezzi.

Possono essere usate in maniera separata, anche se molti trader, di solito fanno affidamento a entrambi.  Nelle criptovalute, che sono molto volatili, l’analisi fondamentale non ha molto valore.

Se vuoi iniziare a investire su CFD, non perdere altro tempo. I tre broker che seguono sono Autorizzati dalla Consob a offrire prodotti derivati. Potrai anche chiedere aiuto a un consulente.

Capire l’esposizione totale della tua posizione di trading

L’esposizione totale della tua posizione nel mercato è stabilita in base al numero, a sua volta totale, dei contratti, CFD, che decidi di aprire. Quando premi il bottone del mouse per aprire un nuovo ordine devi prendere in considerazione i soldi che hai e quelli che sei pronto a perdere.

Ogni piano di trading con i CFD deve includere nel dettaglio quanto capitale sei pronto a rischiare in ogni posizione aperta, e cioè quanto ne puoi perdere.

Ricordati che i CFD sono un prodotto dove hai la leva finanziaria a disposizione. Proprio per questo ogni tuo ordine avrà sempre un’esposizione più elevata rispetto al requisito di margine e le tue perdite possono anche essere maggiori dell’investimento con il quale sei partito. Per questo, un modo sano di investire è quello di fare trading con una piccola percentuale dei tuoi risparmi e quello di limitare le perdite attraverso gli stop loss. Se userai lo stop loss in maniera giusta, vedrai che, anche sbagliando negoziazioni nel 70% delle volte, il 30% delle volte che avrai ragione, farai tanti soldi.

Gestire il rischio usando gli stop e i limiti

Per ammortizzare i rischi e proteggere i tuoi guadagni devi usare degli stop e limiti che ti garantiscono di chiudere, e automaticamente, le tue posizioni al livello di prezzo da te scelto. Uno stop loss è un livello di uscita deciso prima di aprire una posizione, o più correttamente si tratta di  un’istruzione che fornisci al tuo broker. Quello che comunichi, in sintesi, è di chiudere le tue operazioni quando il prezzo è a tuo sfavore rispetto al prezzo di mercato. Per questo devi sempre chiederti: “Quanto sono pronto a perdere prima di liquidare le mie posizioni? ” In base a questo puoi stabilire dove mettere lo stop loss.

Puoi decidere anche un limite al raggiungimento del quale il tuo ordine verrà chiuso, e quindi quando il mercato raggiungerà il prezzo giusto per te. Grazie all’impostazione di un limite del genere, le tue posizioni verranno liquidate raggiunto un certo guadagno. Così facendo il tuo capitale sarà protetto da eventuali movimenti di mercato contro di te.

Se vuoi iniziare a investire su CFD, non perdere altro tempo. I tre broker che seguono sono Autorizzati dalla Consob a offrire prodotti derivati. Potrai anche chiedere aiuto a un consulente.

Inizia a investire in maniera progressiva nel tempo

Ti invitiamo a fare un passo alla volta. È fondamentale scegliere tra i vari mercati finanziari e investire dove hai una maggiore conoscenza. Quando comincerai a essere sicuro e ad avere una strategia di trading vincente, potrai cominciare a diversificare i tuoi investimenti e tradare diversi prodotti, sia al rialzo che al ribasso.

Controlla le tue posizioni, sempre

È essenziale monitorare le tue posizioni aperte anche se stai utilizzando gli stop e limiti. Così facendo sarai in grado di identificare velocemente tutte le opportunità e i rischi dei mercati, e di conseguenza sarai sempre pronto a cambiare il tuo piano di azione e limitare le perdita.

È anche importante che ti assicuri di avere soldi sufficienti a coprire il margine richiesto per mantenere le tue posizioni aperte. Il “richiamo di margine” o ‘margin call’ indica che il saldo del tuo conto non basta a mantenere le tue posizioni aperte. Se questo dovesse accadere, vuol dire che le tue posizioni saranno a rischio di chiusura e dovrai effettuare un ulteriore deposito.

Per controllare le posizioni puoi usare la App mobile dei broker. Di solito, nelle piattaforme, esistono degli allarmi che ti contattano via SMS e Email.  In questo modo resterai sempre aggiornato sull’andamento dei mercati valutari.

Impara a gestire il rischio

Un trader di successo che investe sui CFD sa sempre che esistono dei rischi, indipendentemente dal livello di esperienza che si ha. Un punto cruciale è rimanere fedeli alla propria strategia di trading e non farsi catturare dall’avidità. Imparerai nel tempo quando devi limitare le perdite e chiudere le posizioni che ti stanno facendo perdere soldi.

Se vuoi iniziare a investire su CFD, non perdere altro tempo. I tre broker che seguono sono Autorizzati dalla Consob a offrire prodotti derivati. Potrai anche chiedere aiuto a un consulente.

Fai pratica in borsa usando il tuo conto demo

Se non ti senti al 100% idoneo a operare sui mercati reali, puoi esercitarti aprendo un conto demo e puoi fare trading usando i fondi virtuali. Un conto demo ti permette di imparare a investire sui cfd senza rischi, ma avendo a disposizione grafici, quote e risultati che riflettono l’andamento dei mercati reali. Approfitta di questa opportunità  del conto demo per approfondire le tue conoscenze.

Come hai compreso, i CFD sono dei prodotti derivati che, grazie al meccanismo della leva, permettono di generare ingenti guadagni su un’ampia gamma di sottostanti, pur accedendo ai mercati con un budget ridotto. Tuttavia, poiché il trading CFD comporta un livello di rischio tanto maggiore quanto più alta è la leva, è fondamentale operare con cautela. E’ anche di fondamentale importanza partecipare a dei corsi di trading e verificare, sempre, che il broker scelto per operare in borsa sia serio e non una truffe sul trading online.

Piattaforma Caratteristiche Deposito Min. Apertura Conto
plus500
  • Tra I migliori broker CFD
  • Ampia scelta Criptovalute
  • Leva 1:30
  • Conto demo gratuito illimitato
  • Senza Commissioni
  • Guida Completa
100 Inizia
Servizio CFD. L'80,6% perde denaro.
etoro
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Scelta TOP criptovalute
  • Copia trading professionisti
  • Funzione copytrader
  • Senza Commissioni
  • Guida Completa
200 Inizia
Iq Option
  • Interfaccia di ultima generazione
  • Deposito Minimo Basso
  • Conto Demo
  • Piattaforma Intuitiva
  • Trade anche da 1 euro
  • Guida Completa
10 Inizia
24option
  • Tra i migliori broker in Italia
  • Conto demo gratuito di 100.000
  • Possibilità di tradare criptovalute
  • Senza commissioni
  • Leva 1:30
  • Guida Completa
100 Inizia
Markets
  • Trading su Criptovalute
  • Trend dei trader
  • Zero Commissioni
  • Piattaforma Professionale
  • Trading fine settimana
  • Guida Completa
100 Inizia