Home Guide di Trading e Criptovalute Come fare trading di Ethereum su Iq Option

Come fare trading di Ethereum su Iq Option

come fare trading di ethereum su iq option

Come fare trading di Ethereum su Iq Option? Sono tante le ricerche online su questo tema. Se vuoi sapere qualcosa di più in merito, seguici nelle prossime righe. Abbiamo creato una guida completa, focalizzandoci sia sulle peculiarità dell’asset, sia su quelle del broker Iq Option. Nei paragrafi seguenti, troverai anche informazioni sugli strumenti giusti per operare, ossia i CFD.

Iq Option criptovalute: ecco cosa sapere

Perché sono così numerosi gli utenti che si chiedono come fare trading di Ethereum su Iq Option? Per un motivo molto semplice. Il broker in questione è uno dei più vantaggiosi, non solo perché consente di fare trading con le criptovalute e altri asset, ma anche perché permette di iniziare a fare trading con una cifra minima molto bassa, pari a soli 10 euro.

Sponsor di Aston Martin disponibile in più di 200 Paesi, Iq Option è molto semplice da utilizzare. Basta accedere alla home per aprire il conto demo o quello con denaro reale. L’ambiente di lavoro, in entrambi i casi molto immediato. Basta infatti pochissimo per scegliere l’asset e per iniziare a operare con i CFD (Contracts for Difference). Seguici nel prossimo paragrafo per scoprire cosa sono.

Iq Option crypto: cosa sono i CFD

Quando si parla di come fare trading di Ethereum su Iq Option, è neceessario chiamare in causa i CFD. Cosa sono? Strumenti derivati il cui nome completo è Contracts for Difference. Perché utilizzarli quando si fa trading con Ethereum e altre criptovalute? Per un motivo molto semplice. Con i CFD, non  è necessario acquistare l’asset.
Il trader infatti paga infatti per un derivato che replica l’andamento dell’asset stesso. In questo modo si tutela dalla volatilità tipica delle criptovalute e ha la possibilità di fare trading in maniera molto più semplice. Da ricordare è anche il vantaggio economico dello spread, l’unico onere da considerare. Iq Option, come tutti i broker seri, non prevede il pagamento di commissioni.

iq option crypto
I CFD sono gli strumenti giusti per operare su Iq Option con Ethereum

Come investire in Ethereum: storia e caratteristiche della criptovaluta

Prima di capire come fare trading di Ethereum su Iq Option approfondendo le peculiarità del broker, è il caso di parlare, anche se per poche righe, delle caratteristiche della valuta digitale. Ethereum, più che una criptovaluta, può essere definita come una piattaforma decentralizzata del web 3.0. Il suo principale scopo è la gestione di contratti intelligenti.

Questi protocolli informatici, che vengono eseguiti esattamente come sono stati programmati, rappresentano la vera rivoluzione rispetto a Bitcoin. Grazie agli smart contracts, che pagano un fee in Ether (ETH) per girare sulla rete peer to peer, è possibile gestire diversi aspetti della vita quotidiana attuale, dalle campagne di crowdfunding fino ai sistemi elettorali

Come nel mondo Bitcoin, anche in quello di Ethereum esiste il mining. Non è però molto vantaggioso. Chi vuole concretizzarlo, infatti, ha bisogno di una scheda video molto potente e deve mettersi nell’ottica di un notevole consumo di corrente.

Ecco perché, in linea di massima, il trading online è considerato la strada migliore per operare con questa valuta digitale.

CFD Ethereum: come sfruttare le potenzialità di Iq Option

Se vuoi scoprire come fare trading di Ethereum su Iq Option, leggi con attenzione le prossime righe, perché parlano nel dettaglio di come sfruttare le potenzialità del broker. Innanzitutto, è necessario accedere alla piattaforma. Il passo successivo consiste nel cliccare su “Registrazione”. Fondamentale è ricordare la possibilità di accreditarsi anche con le credenziali dell’accout Facebook e di quello di Google. Un altro aspetto interessante da considerare riguarda la possibilità di creare un account VIP. In questo caso si possono avere dei vantaggi che riguardano prima di tutto la riduzione degli spread. Per ottenere lo status in questione, però, è necessario depositare almeno 3000 euro.

In queste righe, però, ci concentreremo sulle peculiarità del conto demo, la soluzione ideale per iniziare. Attenzione: si tratta comunque di un’alternativa temporanea. Dopo aver preso la mano con le caratteristiche dell’asset e della piattaforma, è infatti il caso di aprire un conto con denaro reale.

Dopo questa premessa introduttiva ricordiamo che, una volta finalizzata l’apertura del conto, ci si trova davanti alla scelta tra l’opzione “Negoziare” e quella “Depositare”. Per sperimentare le caratteristiche del conto demo bisogna concentrarsi sulla prima. Basta fare clic sul pulsante che presenta la suddetta scritta e ci si trova nell’ambiente di lavoro del conto senza denaro reale, ossia la Traderoom.

Cliccando sulla croce nella parte alta della pagina, si apre la finestra di ricerca degli asset. Basta digitare “Ethereum” per fare in modo che l’intera schermata principale sia dedicata a questa valuta digitale. Grazie all’immediatezza del conto senza denaro reale, è possibile vendere e comprare, ovviamente virtualmente, in un solo clic. Nella parte alta della pagina si trova il pulsante con la scritta “Ricaricare”. Cliccandoci su è possibile scegliere se continuare con il conto senza denaro reale o se aprirne uno vero. Ricordiamo che, nel secondo caso, è sufficiente un deposito minimo di 10 euro. Per effettuarlo, però, bisogna verificare l’account sul broker Iq Option confermando il proprio numero di telefono tramite un codice personale che viene inviato dal sistema in maniera automatica.

Come già detto, al centro dell’attenzione ci sono i CFD. Questi strumenti, immediati ed economici, hanno però un rovescio della medaglia. Quale di preciso? La leva finanziaria. Questo moltiplicatore, che permette di esporsi sul mercato con una cifra notevolmente superiore rispetto a quella del deposito iniziale, fa sì che ogni risultato sia calcolato sulla somma più alta. Per farti capire meglio facciamo un esempio molto semplice.
Immaginiamo il caso di una leva 1:10. In questo frangente, chi deposita 1000 euro è come se, agli effetti, operasse con 10000. Ti sarà immediatamente chiaro il rischio che deriva dal calcolo, sulla base dell’ultima cifra, anche delle perdite.

Come evitare problemi? Metterli totalmente da parte è impossibile. Ricordiamo, infatti, che il trading online ha una componente di rischio ineliminabile. Si possono tenere meglio sotto controllo con il Money Management.
Cos’è di preciso? Una strategia semplice ma molto importante. Consiste nel dividere il capitale in più parti. Ciascuna deve essere destinata a un asset differente o, a seconda della situazione, a una singola operazione.

In questo modo si evita di trovarsi, da un giorno all’altro, con il conto vuoto per via delle tante operazioni non andate a buon fine. In generale, si consiglia di puntare, su ogni singola operazione, il 5% del proprio capitale.