Home Guide di Trading e Criptovalute Cosa sono le criptovalute?

Cosa sono le criptovalute?

criptovalute

Negli ultimi tempi se ne fa un gran parlare, sono il fenomeno che cattura l’attenzione di milioni di investitori in tutto il mondo: stiamo parlando delle criptovalute.

come funzionano criptovalute

Se l’interesse verso le “monete virtuali” è elevato, molta è la chiarezza che ancora è necessario fare per comprendere bene cosa siano le criptovalute.

Partiamo dalla definizione: una criptovaluta è un bene di tipo digitale crittografato che viene utilizzato all’interno di scambi. La criptovaluta viene venduta e acquistata attraverso transazioni che avvengono tramite la crittografia per rendere gli scambi più sicuri.

Una criptovaluta, pertanto, è a tutti gli effetti denaro virtuale che supera il concetto diffuso di moneta tradizionale: non può essere toccata fisicamente ed è costituita da strumenti digitali che permettono di compiere operazioni finanziarie in totale sicurezza e anonimato. Esse sono dei mezzi di pagamento virtuale create per effettuare qualunque tipo di transazione.

Come sono nate le criptovalute?

Le criptovalute traggono la loro origine dalla volontà di creare uno strumento di pagamento in grado di slegarsi dai sistemi centralizzati tradizionali che regolano il valore del denaro. Variando il tasso di produzione della moneta reale può essere influenzato il valore del denaro stesso creando inflazione o deflazione.

Le critpovalute sono state create proprio per evitare questo meccanismo di controllo centralizzato e svincolare il denaro dalle istituzioni finanziarie.

Le criptovalute sono infatti monete virtuali, decentralizzate e criptate, che vengono trasferite tra pari, ossia tramite la tecnologia peer-to-peer (p2p) che prevede che i nodi di scambio non siano gerarchizzati, bensì equivalenti.

Proprio per questo motivo, talvolta, vengono viste sotto una cattiva luce e considerate uno strumento poco sicuro e pericoloso.

Come funzionano le criptovalute?

Le criptovalute nascono da un’operazione definita mining, termine che ricorda il gold mining, ovvero l’operazione di estrazione di denaro dalle miniere. Questo processo prevede che i computer risolvano complessi problemi matematici e che, in cambio, generino monete digitali. L’attività di mining è libera, il che significa che chiunque può produrre criptovalute.

La maggior parte delle criptovalute può essere prodotto in nuove unità fino al raggiungimento dei limiti quantitativi imposti per evitare inflazione e aumentare il valore della moneta digitale stessa.

Un altro concetto chiave per comprendere il funzionamento delle criptovalute è la blockchain, ovvero il protocollo che regola gli scambi di moneta digitale. La blockchain rappresenta una sorta di registro pubblico che contiene l’elenco di tutte le transazioni effettuate con oggetto il denaro virtuale. La blockchain è visibile da parte di tutti coloro che possiedono un portafoglio virtuale, wallet, di criptovalute e contiene tutti i trasferimenti della criptovaluta dalle origini fino ad oggi.

Ogni nuova transazione completata viene aggiunta alla blockchain dando origine a un nuovo nodo della catena o blocco.

Il valore delle criptovalaute

Le transazioni che coinvolgono le criptovalute hanno caratteristiche ben precise che le differenziano da quelle che vengono svolte all’interno dei mercati finanziari tradizionali.

Le caratteristiche delle transazioni in criptovalute sono:

  • Irreversibilità: una volta che viene confermata, una transazione non può essere annullata da nessuno e in nessun momento. In relazione a ciò è importante affidarsi a broker accreditati per svolgere le operazioni di transazione
  • Anonimità: le transazioni vengono effettuate nel totale anonimato.Non c’è la possibilità di scoprire la reale identità degli operatori, in quanto ognuno viene identificato con una stringa di circa 30 caratteri
  • Velocità: le transazioni vengono propagate quasi immediatamente nella rete e vengono confermate in un paio di minuti
  • Globalità: è possibile inviare criptovalute da qualunque angolo del pianeta
  • Sicurezza: le criptovalute sono bloccate in un sistema di crittografia a chiave pubblica. Solo il proprietario della chiave può inviare criptovalute.

criptovalute fare soldi

Lista di alcune criptovalute

Quali sono le criptovalute più famose e diffuse?

Bitcoin

I Bitcoin nascono come valuta virtuale nel 2009. Il suo inventore ha identità sconosciuta ma è noto al mondo con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. Il bitcoin (Bitcoin) funge da gold standard digitale nell’industria delle criptovalute. A otto anni dalla sua nascita il volume delle transazioni giornaliere ha superato ampiamente le 500000.

Ethereum

Questa criptovaluta è una creazione del giovane genio dell’informatica Vitalik Buterin. A differenza di Bitcoin, Ethereum non è solo in grado di elaborare transazioni, ma anche contratti e programmi complessi. Ethereum, infatti, è una piattaforma del web 3.0, per la pubblicazione di contratti intelligenti, creati attraverso un linguaggio di programmazione. Ethereum è una piattaforma decentralizzata che gestisce i contratti in maniera intelligente: le applicazioni vengono infatti eseguite esattamente come programmato, senza alcuna possibilità di inattività, censura, frode o interferenze di terzi.

Dopo l’hacking di DAO (un tipo di smart contract basato su Ethereum), gli sviluppatori hanno organizzato un’operazione senza il consenso degli utenti e il risultato è stato Ethereum Classic.

criptovalute valore

Zcash

Zcash è una delle criptovalute più popolari quando si parla di anonimato: si tratta di un protocollo informatico che permette di estendere ai Bitcoin una garanzia di protezione dei dati dei consumatori. Zerocash detto anche Zcash utilizza la cosiddetta zero-knowledge proof per impedire la rintracciabilità delle transazioni.

Quando, infatti, viene effettuata una transazione non si vedrà né la quantità di token trasferiti, né il destinatario, né il mittente. L’unica cosa che sarà visibile sulla blockchain di ZCash è una stringa di numeri e lettere casuali.

Monero

È stato introdotto sul mercato il 18 aprile del 2014 con il nome di BitMonero (Monero in esperanto sta a significare moneta). Cinque giorni dopo la comunità ha deciso di accorciare il nome e ha scelto di chiamare la criptovaluta semplicemente Monero. A rendere Monero sempre più appetibile sul mercato è la sua dedizione nei confronti della privacy delle transazioni. La fonte in una transazione non è rintracciabile, mentre la cifra è confidenziale.

Ripple

Ripple è in circolazione dal 2013 e il suo protocollo è stato creato da OpenCoin, fondata a sua volta da Chris Larsen e Jed McCaleb. Un elemento caratteristico della rete Ripple è la possibilità di scambiare e trasferire senza continuità di forma: è possibile trasferire dollari ad un destinatario che invece riceverà euro.

criptovalute lista

Litecoin

Litecoin venne rilasciato tramite un client open-source su GitHub il 7 ottobre 2011 da Charlie Lee, ex dipendente di Google. Litecoin (LTC o anche Ł) è quindi una criptovaluta e un software open source che è stato rilasciato sotto la licenza MIT / X11. Litecoin viene considerara una moneta virtuale di alto livello e diretto concorrente del Bitcoin.

Bitcoin cash

Il Bitcoin Cash è un “hard fork” della criptovaluta Bitcoin. Il fork di un progetto si verifica quando gli sviluppatori prendono una copia del codice sorgente da un pacchetto software e iniziano lo sviluppo indipendente su di esso, creando un separato e distinto pezzo di software forkando a un blocco specifico del nodo di chain. Il termine spesso implica non solo un ramo di sviluppo, ma anche una divisione nella comunità degli sviluppatori, una sorta di scissione.  La nascita del Bitcoin Cash è avvenuta il 1 agosto 2017.

IOTA

A differenza della pesante e complessa soluzione Blockchain per il Bitcoin, IOTA cerca di essere una criptovaluta leggera il più possibile. Il motivo del nome deriva proprio da “Internet of Things, IOT-A”. La rete di IOTA è stata progettata in maniera estremamente diversa rispetto alle altre criptovalute e utilizza il TANGLE system invece che il Blockchain.

La compravendita delle criptovalute avviene attraverso l’attività di trading online attraverso una piattaforma di trading che permette di accedere ai mercati, visualizzare i grafici di rendimento e gestire le operazioni di compravendita.