Home Guide di Trading e Criptovalute Come fare trading di Ethereum con VISA e Mastercard

Come fare trading di Ethereum con VISA e Mastercard

come fare trading di ethereum con visa e mastercard

Come fare trading di Ethereum con VISA e Mastercard? Se ti sei posto questa domanda almeno una volta, questo contenuto fa per te. Nelle prossime righe, abbiamo cercato di condensare alcuni consigli pratici per gestire il tutto al meglio.
Nella guida che abbiamo preparato per te, abbiamo citato anche alcuni dei broker legali, che devono essere presi in considerazione quando si fa trading se si ha intenzione di operare con sicurezza.

Comprare Ethereum con carta di credito: la cosa è possibile?

La risposta è affermativa: comprare Ethereum con carta di credito è possibile. Per essere più precisi, bisogna dire che comprare non è il termine esatto da utilizzare. Al giorno d’oggi, infatti, si parla più che altro del trading con i CFD. Cosa sono? Strumenti derivati che permettono di replicare l’andamento di un asset, senza per forza doverlo acquistare. Il ricorso ai CFD è vantaggioso per diversi motivi. Prima di tutto, sceglierli significa tutelarsi dalla volatilà tipica dell’asset. In secondo luogo, ricordiamo che con i CFD è possibile guadagnare anche se l’asset perde quota. Quello che conta in questi casi, infatti, è entrare sul mercato con la posizione giusta tra long e short.

I CFD, inoltre, sono molto economici. L’unico onere da considerare quando li si utilizza è infatti lo spread, ossia la differenza tra bid e ask. Tutto questo però ha un rovescio della medaglia, al quale è bene fare attenzione. Di cosa si tratta? Della leva finanziaria. Questo moltiplicatore, che consente ai trader di esporsi sul mercato con una cifra più alta rispetto al deposito, amplifica i guadagni ma anche le perdite. Alla luce di questo aspetto, è necessario avere le idee molto chiare sui meccanismi di stop loss.
Con questo termine, si inquadra il segnale che viene dato al broker per ricordare che, una volta raggiunto un certo limite, deve fermare le perdite.

Fondamentale è fare cenno anche al take profit, che è il meccanismo opposto. In poche parole, con questo segnale si dà istruzione al broker affinché arresti i guadagni una volta raggiunto un certo limite. Questo sembra paradossale ma in realtà è molto importante e per un motivo molto semplice: nessun trend è eterno.
Quando ci si trova davanti a una crescita forte del valore dell’asset, bisogna aspettarsi l’arrivo di un assestamento.

Dopo questa premessa possiamo tornare alle modalità più utili per acquistare Ethereum con carta di credito. Per essere più corretti, però, bisognerebbe parlare di deposito tramite carta di credito. Le carte del circuito VISA e Mastercard sono tra quelle accettate dalla maggior parte dei broker online. Se ti stai chiedendo come fare trading di Ethereum con VISA e Mastercard e hai dei dubbi sulla sicurezza, siamo qui per ricordarti che non c’è nessun problema in merito.

Broker legali e riconosciuti a livello internazionale come Plus500, Markets.com ed eToro (giusto per citarne alcuni), hanno infatti predisposto tutti i sistemi di protezione del caso. I dati sensibili degli utenti sono assolutamente al sicuro. Per questo, è possibile utilizzare le carte di credito per effettuare il deposito iniziale e non solo.

Carta credito criptovaluta: un esempio concreto

Per chi si chiede come fare trading di Ethereum con VISA e Mastercard, stiamo per dare spazio a un esempio concreto. Il broker eToro, tra i più famosi al mondo e apprezzato anche per il suo approccio social (permette agli utenti di copiare automaticamente le strategie di altri trader), permette di effettuare depositi con carte del circuito VISA.

Il deposito minimo consentito è pari a 200 euro. Cosa bisogna fare per effettuarlo? Ecco, punto per punto, i passi da seguire:

  • Accedi all’account e, se non ne hai ancora uno, aprilo in pochi minuti.
  • Clicca sul pulsante che riporta la scritta “Deposita fondi”.
  • Inserisci riferimenti a importo e valuta.
  • Seleziona il metodo di deposito che vuoi utilizzare.

Come già detto, non bisogna temere nulla per quel che concerne la sicurezza. Le transazioni su eToro, sono infatti protette con la tecnologia Secure Socket Layer (SSL). Continuando con le informazioni pratiche dedicate a chi deve effettuare il primo deposito con carta di credito su eToro, ricordiamo che sono necessari i seguenti dati:

  • Numero della carta
  • Data di scadenza
  • Codice CCVV (si tratta delle tre cifre poste sul retro della carta stessa)

Le tempistiche sono molto ristrette. Dopo aver effettuato il deposito, entro pochi minuti è possibile vedere i soldi accreditati sul conto. In caso di mancata approvazione della richiesta, il broker invia, in maniera istantanea, una mail al singolo utente.

carta di credito criptovaluta
Il deposito su eToro per fare trading di Ethereum è molto rapido e sicuro

 

Exchange con carta di credito: sono sicuri?

Dopo queste informazioni, è il caso di fare un cenno anche alla possibilità di comprare Ethereum con carta di credito sugli Exchange. Si tratta di una soluzione sicura? Dipende. In linea di massima, il consiglio è quello di orientarsi verso i broker con i CFD. Gli Exchange, infatti, applicano commissioni molto alte. Ricordiamo che i CFD hanno solo lo spread.

Gli Exchange, inoltre, non sono sempre regolamentati. Negli anni, è capitato a diversi utenti di trovarsi da un giorno all’altro senza soldi per via della chiusura improvvisa di una realtà andata incontro al fallimento.

Broker come Plus500, eToro, Markets.com e molti altri rimangono quindi la soluzione migliore per fare trading di Ethereum. Concludiamo ricordando le caratteristiche di questa criptovaluta. Ethereum, per essere precisi, è una piattaforma del web 3.0 finalizzata alla pubblicazione di contratti intelligenti. I suddetti smart contracts, consentono di gestire diversi aspetti della vita quotidiana, dal crowdfunding ai sistemi elettorali. Cosa sono gli smart contracts? Protocolli informatici che vengono eseguiti seguendo lo schema di programmazione, il tutto senza interferenze o censure.

Per girare sulla rete peer to peer, i contratti intelligenti devono pagare in Ether, ossia la valuta del sistema. Come per altre criptovalute, anche per Ethereum è possibile il mining. Si tratta però di una scelta non conveniente, dal momento che richiede una scheda video molto performante e delle spese notevoli per la corrente elettrica.

Ritornano quindi in primo piano i vantaggi del trading tramite i broker online, piattaforme legali, controllate e gratuite che permettono di operare in maniera rapida grazie ai CFD, scegliendo come metodo di deposito non solo la carta di credito, ma anche Paypal.