Home News Finanza Amazon abbandona il progetto di costruire un altro mega ufficio a New...

Amazon abbandona il progetto di costruire un altro mega ufficio a New York

Amazon ha annunciato proprio oggi, nella mattinata, che non costruirà un quartier generale HQ2 a Long Island City, in una delle zone del Queens, a New York. La notizia del nuovo headquarter era stata annunciata da tempo.

Amazon rappresenta la terza società Americana per valore. La rinuncia avrà di certo un impatto sull’economia Americana, già in balia delle ultime vicende legate alla chiusura da parte di Trump degli uffici governativi.

Una dichiarazione sul sito web di Amazon dice proprio così : “Mentre tutti i sondaggi dimostrano che il 70% dei cittadini di New York supportano i nostri piani e progetti di investimento, sembra proprio che un certo numero di politici, sia a livello Nazionale che a livello locale, abbiano dichiarato e chiaramente affermato che si oppongono alla nostra presenza e non collaboreranno con noi per costruire il tipo di relazioni che sono necessarie per proseguire con il progetto nel quale, sia noi ad Amazon che molti altri, abbiamo immaginato per Long Island City “.

Nel frattempo le azioni di Amazon (AMZN) in borsa hanno subito perdite durante gli scambi di PreMarket Trading di oggi,  dopo che i dati del governo hanno mostrato che le vendite online al dettaglio, durante Dicembre, hanno subito il calo maggiore dalla crisi finanziaria del 2008. Le Azioni di borsa sono crollate dell’1% all’apertura dei mercati finanziari, dopo essere aumentate dello 0,6% prima del rilascio dei dati aziendali. Le vendite al dettaglio complessive sono diminuite dell’1,2% a Dicembre, il calo maggiore da Settembre 2009, mentre le vendite online sono scese del 3,9%, il più grande calo da Novembre 2008.

Quindi doppia news negativa per il colosso americano, azioni in crollo e ora lo Stop del nuovo quartiere generale a New York. Amazon sembra anche aver confermato di non proseguire nessuna ricerca per un altra location, come ad esempio Miami, ma pronta ad andare avanti con i piani di apertura in Northern Virginia e Nashville.

Motivo di questa opposizione politica contro Amazon sembra essere stato orchestrato dalla rappresentante di sinistra della sede locale del Queens, Alexandria OcasioOrtez, per timore che la nuova sede Amazon avrebbe potuto spingere i prezzi degli immobili e renderli più cari, con conseguente deviazione e allontanamento di finanziamenti statali e locali da altre cause.

Progresso o paura? A voi la scelta.