Home Guide di Trading e Criptovalute 5 strategie di Trading Online che possono migliorare i tuoi investimenti

5 strategie di Trading Online che possono migliorare i tuoi investimenti

analisi tecnica

Come investire al meglio nel trading online: le strategie

Si sente spesso parlare di come gli investimenti nel trading online, in particolare quelli tramite CFD (Contratti per Differenza), siano relativamente semplici da effettuare e in grado di assicurare profitti immediati anche quando si ha poca esperienza nel settore. Bisogna tuttavia sottolineare che il trading online non è fatto da operazioni che possono essere improvvisate: anche chi dispone di poca esperienza nel settore, infatti, deve poter operare secondo delle strategie di trading ben precise, che assicurino un risultato frutto di valutazioni attente e non semplicemente del caso. Il trading online, infatti, non è un gioco d’azzardo e pertanto tutte le operazioni e gli investimenti vanno pianificati e studiati in base alle specifiche esigenze, al tipo di asset in cui si vuole investire e al capitale di cui si dispone.

E’ inoltre molto importante capire che giocare in borsa è pericoloso, si possono perdere soldi, imbattersi in brokers non regolamentati. Esistono, purtroppo, frodi online. Uno dei migliori modi per evitare di ritrovarsi in situazioni problematiche è quindi rappresentato dallo studio. Per studio si intende che è necessario documentarsi, leggere guide sui siti di trading, leggere le opinioni sui broker regolamentati Cysec e magari utilizzare Youtube e seguire esperti del settore finanziario.

Anche per questo motivo, il miglior modo per poter incrementare i propri skills di trading e per poter aumentare i profitti tramite investimenti corretti, è quello di conoscere quelle che sono le strategie elementari del trading online. Di seguito, si presenteranno cinque tra le più comuni e semplici strategie che vengono utilizzate nel trading online, in particolare negli investimenti con i CFD. 

I CFD non sono però l’unica via per investire online. Molti Trader esperti fanno uso di diverse modalità di investimento, spesso anche personalizzate e a seconda delle esigenze. Sicuramente utilizzano strategie di trading, nel 90% dei casi le strategie sono sempre le stesse. La differenza tra un Trader vincente e uno perdente, molto spesso, risiede nella psicologia personale di ogni persona, nel saper chiudere una posizione in tempo, nel saper rispettare gli stop loss e il piano di azione della giornata, che va rigorosamente preparato prima di iniziare a giocare in borsa. Ritorneremo sull’argomento in questa guida. Bisogna inoltre ricordare che le diverse strategie non sono sempre adatte ad ogni tipo di speculazione: a seconda del proprio modo di fare trading, quindi, sarà necessario selezionare quella che meglio si adatta alle proprie caratteristiche di trader e modalità di investimento online.

1 – La scelta del broker

La prima strategia da prendere in considerazione per procedere con il trading online riguarda la scelta del broker con cui operare. Si tratta di un passaggio fondamentale per una serie di motivi. Il primo aspetto da considerare nella scelta del broker riguarda la decisione di utilizzare una piattaforma autorizzata e riconosciuta dalla Consob o da altri enti europei che regolamentano il trading online (ad esempio CySec o FCA). In questo modo si avrà la sicurezza di un trading regolamentato e soprattutto protetto e trasparente. La scelta del broker, e una scelta esatta, garantisce i tuoi fondi e ti permette di operare nei mercati finanziari con serenità e sicurezza.

La scelta del broker è legata tuttavia anche a un altro importante parametro, ossia il tipo di trading che si può svolgere. La maggior parte dei broker, ad esempio, è abilitata per il Forex online, ma non per il trading tramite CFD, Futures o altri strumenti finanziari più complessi. Se si vuole fare trading tramite i Contratti per Differenza, quindi, è necessario assicurarsi che la piattaforme di trading su cui si intende operare permettano questo tipo di operazioni.

E’ inoltre utile sapere che di questi tempi si può veramente investire su ogni cosa. Ti basti pensare che, al momento, due dei prodotti finanziari di maggiore interesse sono:

L’investimento nei titoli di borsa delle criptovalute e CFD, e nello specifico nel Bitcoin.

L’investimento nei titoli di borsa della Cannabis e CFD.

Ma diamo una veloce occhiata ai migliori brokers di Trading Online:

Plus500: è uno dei migliori broker di CFD dove un trader o investitore può aprire un conto demo, senza che sia necessario depositare soldi. Si può giocare in borsa utilizzando la loro piattaforma, sviluppata in house, o tramite la loro applicazione mobile, funzionante sia su Android che Apple.

Markets: il valore che offre Markets nel mercato delle criptovalute, CFD e Trading Online può essere racchiuso in una parola: formazione.  Questo broker mette a disposizione interi corsi dove chiunque può veramente imparare a investire online. Un utente può investire sui vari asset presenti nel pannello di trading. Chi sceglie di investire online può usufruire di corsi di formazione gratuiti, organizzati anche da altri traders esperti e partecipare a eventi dal vivo. Per iniziare a fare trading sarà sufficiente aprire un conto demo; è presente anche un servizio di support clienti per fornire agli utenti tutte le informazioni di cui hanno bisogno;

eToro: è un broker di CFD noto per il social trading. Questo è il loro motto dal 2007 ormai. Grazie a questa piattaforma di trading, un investitore può imparare a fare trading online copiando la strategia dei trader più esperti; le strategie sono offerte in modo gratuito e si possono trovare direttamente nella piattaforma grazie alla funziona CopyTrader: i traders possono anche chattare e parlarsi, scambiare strategie e discutere di analisi tecnica e analisi fondamentale. Anche eToro permette di cominciare con un conto demo;

24option: il vantaggio di questo broker online, sponsor ufficiale della Juventus,  è rappresentato dal fatto che i costi di trading sono veramente bassi; inoltre non è prevista alcuna spesa per le commissioni e il conto demo è gratuito; si può fare pratica con un conto demo ricevendo una somma di 10.000 euro; Questo Broker offre consulenti che possono insegnarti a fare trading molto velocemente. Se stai cercando di capire come poter guadagnare da casa, e come guadagnare con il trading online, 24option è proprio il broker che fa per te.

IQ Option: il trader può scegliere di investire in Azioni ,Criptovalute, CFD o Opzioni; la piattaforma finanziaria funziona 24 ore su 24 anche durante i giorni di festa. A differenza di quanto accade con gli altri broker, il trader medio di IQ Option può aprire un conto reale depositando una somma bassissima, per cominciare a fare il suo primo investimento e provare la piattaforma: sono sufficienti 20 euro per iniziare; tuttavia si tratta di un deposito che non consente di effettuare investimenti di un certo livello e non permette di prendere dei rischi, certe volte fondamentali nel trading.

Ora che abbiamo analizzato, in breve, i migliori brokers di CFD e trading, possiamo continuare a vedere quali sono le 5 strategie che ti permetteranno di operare nei mercati finanziari in maniera vincente.

2 – I Contratti per Differenza e la leva

Un’altra strategia da adottare per migliorare il proprio trading online riguarda la leva finanziaria, o meglio la sua gestione. La leva rappresenta uno degli strumenti di trading più importanti, perché permette di moltiplicare i profitti. A seconda del tipo di trading che si conduce, è possibile utilizzare leve molto elevate, anche fino a livelli di 400:1. Naturalmente, l’uso della leva deve essere strettamente controllato perché oltre a incrementare i profitti incrementa anche le perdite.

Chi opera da poco nel trading online non deve quindi operare in maniera superficiale quando ha a che fare con operazioni con leva ma deve valutare, in base al tipo di investimento e di capitali a disposizione, quale possa essere un valore di leva tale da garantire una corretta gestione dell’investimento.

I brokers regolamentati offrono ora una leva di 1:5, il che significa che se compri CFD di Amazon per un valore di 1000 euro e decidi di utilizzare la leva finanziaria, avrai una forza di acquisto e di potenziale potere di guadagno pari a 5000 Euro. Quindi potrai utilizzare meno soldi o distribuire il tuo portafoglio finanziario su vari titoli di borsa e a sua volta distribuire il rischio in maniera intelligente.

3 – Il corretto utilizzo dello Stop Loss

Per meglio proteggersi da eventuali errori nell’uso della leva finanziaria, i trader hanno la possibilità di utilizzare un comando di arresto delle perdite, ossia lo Stop Loss. Per noi lo stop loss non rappresenta un opzione, ma un obbligo. Va usato sempre. Questo comando permette di fissare un limite oltre il quale non si desidera scendere: se il trading che si sta conducendo presenta un trend negativo per il proprio investimento, lo Stop Loss procede, in automatico, chiudendo la posizione e salvandoci così da perdite eccessive di capitale. La funzione dello Stop Loss è particolarmente utile quando si imposta una leva e si opera con asset altamente volatili che, improvvisamente, possono passare da un tipo di trend a un altro. Ad esempio il Bitcoin. Ci sono giornate dove questa criptovaluta, che si può comprare e tradare come CFD, può salire del 10% o crollare del 15%. Lo stop loss è  quindi di fondamentale importanza.

Utilizzare uno Stop Loss troppo rigido, tuttavia, se può essere una buona strategia quando si è alle prime armi o si dispone di un capitale ridotto, non rappresenta invece una scelta corretta quando si è trader esperti e si dispone di un capitale da investimento più consistente, visto che si tenderebbe a limitare in maniera eccessiva la possibilità di profitto.

4 – L’uso della demo per uno studio storico degli asset

La conoscenza dei mercati finanziari è sicuramente uno dei modi migliori per avere chiaro come procedere con i propri investimenti. A questo proposito è consigliabile anche iniziare la giornata di investimento analizzando tutti i mercati, seguendo il calendario economico, dove troverai eventi di mercato importanti e da tenere sotto controllo, andando a trovare i titoli che si sono mossi maggiormente nel pre-market e studiando i titoli di borsa sui quali hai deciso di puntare. I migliori broker offrono anche, come avrai ormai capito, la possibilità di utilizzare delle piattaforme demo, ossia delle vere e proprie palestre del trading. Una demo, infatti, permette di fare trading utilizzando però, al posto dei propri capitali, delle monete virtuali. Le piattaforme demo sono fondamentali per i principianti che potranno così imparare a utilizzare i giusti comandi e a studiare le potenzialità dei diversi strumenti finanziari. Sono però utilissime anche gli esperti che, se vogliono diversificare le proprie strategie, potranno studiarne gli effetti in demo prima di utilizzarle nel mercato reale.

Molti broker di alto livello, tra i quali quelli presentati in questa guida,  permettono inoltre non solo di effettuare investimenti in demo sul mercato in tempo reale, ma anche di studiare situazioni storiche, ossia di operare in situazioni relative ad andamenti del mercato nei tempi passati. Questa possibilità, oltre ad essere un’interessante proposta di studio, permette di verificare il ripetersi di situazioni di picco o di calo per un determinato asset finanziario, garantendo di impostare le proprie strategie di trading su una base storica.

5 – L’uso degli indicatori tecnici

L’uso degli indicatori tecnici, che permettono di effettuare analisi dei prezzi, controllo dei grafici e valutazione del tempo, rappresentano sicuramente la strategia più scientifica e perfetta per i trader più esperti. Esistono differenti modalità per impostare una strategia sugli indicatori tecnici: come si può facilmente immaginare, la preferenza verso un tipo di indicatore o l’altro è strettamente connessa al tipo di investimento che si intende effettuare, ossia allo strumento di trading e al titolo di borsa. Se, ad esempio, si imposta un trading a breve o brevissimo periodo, come nel caso dei CFD, gli indicatori più utilizzati sono quelli delle Bande di Bollinger o dell’RSI.

Le Bande di Bollinger permettono di avere indicazioni molto interessanti su quali siano i migliori momenti per aprire posizioni relative alla compra o vendita di un asset. Sono così definite perché rappresentano una strategia grafica, le cui indicazioni sono rappresentate da due linee, o bande, una superiore e l’altra inferiore. Quando il grafico che riproduce l’andamento del prezzo del titolo di borsa che si prende in considerazione tocca una delle bande, sarà allora il momento migliore per operare, vendendo o acquistando a seconda della banda che viene toccata.

L’RSI (dall’inglese Relative Strength Index) è invece un indicatore che permette di valutare la forza relativa dei diversi mercati in cui si vuole operare. Si potrà così sapere, semplicemente analizzando i valori dell’RSI, se il mercato di interesse è in rialzo o in ribasso. Naturalmente, per avere la certezza dell’andamento in rialzo o in ribasso è necessario optare per RSI caratterizzati da un determinato valore. La regola generale è quindi quella di vendere o comprare a seconda dei valori che vengono raggiunti dall’RSI.

Questa guida è limitata ad alcuni concetti, capisci bene che per imparare a fare trading e guadagnare da quella che è ormai, anche se hobby, una professione, è necessario approfondire. Il nostro consiglio è quello di scegliere uno dei broker presentati in questo sito web e farsi aiutare a entrare nel fantastico mondo del trading online. Buona fortuna!